Perché proprio l’atletica leggera

Cito Alberto Cova, un grande campione olimpico: “L’atletica è uno sport immediato. Lanciare, saltare, correre sono gesti che l’uomo, già fin dai suoi primi passi, compie in modo naturale. E’ uno sport che richiede impegno e fatica, ma attraverso questi gesti si può conoscere meglio se stessi e quindi stare meglio con gli altri. Svolto a livello agonistico, amatoriale o anche solo per la propria salute può contribuire alla crescita di un carattere forte e determinato per affrontare anche le difficoltà della vita quotidiana. Concentrazione, ambizione, capacità di scegliere sono qualità che unite al proprio talento, anche se non sportivo, ai propri punti di forza, vanno allenate per ottenere importanti traguardi personali.

Naturalmente bisogna essere consapevoli dei propri obiettivi, delle proprie scelte, vivere in modo adeguato i propri pensieri, le proprie sensazioni e le proprie emozioni. Mi piace, però sottolineare che ogni nostro successo, anche il più semplice, nasce sempre prima dentro di noi, nel nostro cuore e nella nostra mente.”

Uno sport che è ossigeno per la mente

Parole come ossigeno per me che condivido appieno e aggiungo che la differenza non sta in cosa fai, ma in come lo fai. Tutti possiamo camminare, lanciare, saltare e correre, però come impariamo a farlo e come proseguiamo a farlo fa la differenza. Praticati a livello agonistico questi gesti favoriscono la concentrazione, l’ambizione e la capacità di scegliere. Coltivare questi talenti connessi alla natura umana è un modo per esprimere se stessi al meglio e capire che stiamo procedendo verso il mondo adulto senza immobilismo. Ho scelto di coltivare gli obbiettivi alla maniera di Cova, per cui mi sono dato all’atletica che, essendo uno sport che si pratica per lo più all’aria aperta, favorisce anche un rapporto sano con la natura. Un giusto equilibrio per me nato nell’era digitale. Mentre alleno la mia muscolatura e ossigeno il mio corpo nel migliore dei modi realizzo quanto il mio corpo tutto mi ringrazi. La storia dell’atletica è lunga e a ragione, la Regina degli sport si basa sui principi base per un corpo in salute e quindi allenarsi per una gara di atletica corrisponde ad allenarsi per vivere a parer mio.La corsa di velocità, di resistenza, corsa ad ostacoli, staffetta, salto in alto, salto in lungo, lancio del peso, del giavellotto, del disco, del martello, le prove multiple (triathlon, pentathlon e così via), sono tutte discipline che mi appaiono come un gioco divertente che richiede e presuppone un grande impegno mentale, oltre che fisico, e una illimitata determinazione a migliorare se stessi.